Bonus assunzioni in edilizia

appalti

Fio, il «Fondo incentivo occupazione» messo in atto dalle parti sociali con verbale 10.09.2020 e alimentato da un contributo dello 0,1% a carico dei datori di lavoro, riconosce alle imprese edili un incentivo una tantum, per ogni giovane operaio assunto (con meno di 30 anni), pari a 600 euro da portare in compensazione sui contributi dovuti alla cassa edile, più un voucher per formazione di 150 euro da spendere, a favore sempre del lavoratore assunto, presso le scuole edili.

Il nuovo bonus è cumulabile con ogni altro incentivo previsto dalle norme vigenti.

Per accedere all'incentivo, l’impresa deve soddisfare i seguenti requisiti:

regolarità con i versamenti nei confronti di tutte le casse edili alle quali risulti iscritta, anche se tale regolarità derivi da piani di rateazione;

non aver proceduto a licenziamenti individuali o collettivi per giustificato motivo oggettivo nei 6 mesi precedenti l'assunzione/trasformazione, per gli operai occupati nella stessa unità produttiva aventi lo stesso livello contrattuale e le stesse mansioni, salvo che si tratti di lavoratori che abbiano accesso al pensionamento o prepensionamento nell'arco dei 24 mesi.