Cancellata la revoca-Covid del licenziamento

disciplina licenziamento

In occasione della Conversione in Legge del "Decreto Agosto" è stato soppresso il c. 4 dell’art. 14, che consentiva al datore di lavoro, a prescindere dalle dimensioni occupazionali, di revocare in ogni tempo i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo intimati nel 2020, a condizione che l’imprenditore facesse contestualmente richiesta del trattamento di integrazione salariale con causale “emergenza Covid-19”, a partire dalla data di efficacia del recesso in favore del dipendente.

L’abrogazione del c. 4 ripristina la disciplina ordinaria della revoca del licenziamento introdotta dalla Legge Fornero, che la assoggetta ad un “termine di 15 giorni dalla comunicazione al datore di lavoro dell’impugnazione del medesimo” (art. 18, c. 10, Statuto dei Lavoratori). Il Sole 24 Ore