Contributi a fondo perduto per comuni per efficientamento energetico e sviluppo

agevolazioni_onlus

Con notizia sulla pagina internet il MISE informa che il Ministro dello Sviluppo economico ha firmato il decreto con cui viene assegnato un contributo a fondo perduto, dell’importo di 19.329,89 di euro, in favore di ciascuno dei 1.940 Comuni italiani con popolazione inferiore a 1.000 abitanti, al fine di realizzare interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile.

L’art 30, commi da 1 a 14 del DL 34 convertito con modificazioni della Legge 58/219 ossia il Decreto Crescita ha stanziato risorse a fondo perduto per i comuni italiani affinché possano realizzare progetti di efficientamento energetico e sviluppo territoriale.

Con Decreto del Ministero del 2 luglio 2020, sono stati assegnati i contributi in favore dei Comuni, con popolazione inferiore a mille abitanti, per la realizzazione dei suddetti progetti.

L'elenco di assegnazione allegato al Decreto Le risorse finanziarie pari a 37,5 milioni di euro per l’anno 2020 verranno ripartite tra i Comuni italiani con popolazione inferiore a mille, di abitanti residenti in ciascun Comune, come risultante dall’elenco di cui al decreto con l’assegnazione ai 1.940 Comuni aventi diritto un contributo pari ad euro 19.329,89.

I progetti da finanziare devono riguardare opere pubbliche volte all’efficientamento energetico, tra cui:

• efficientamento dell’illuminazione pubblica,
• risparmio energetico degli edifici pubblici,
• installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili
• sviluppo territoriale sostenibile tra cui mobilità sostenibile.

Il termine di inizio lavori relativo alla realizzazione di opere pubbliche a cura dei Comuni è fissato al 15 novembre 2020 pena la decadenza automatica del contributo concesso con successivo provvedimento del Direttore generale della Direzione generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello sviluppo economico, saranno definite le disposizioni operative per la fruizione del contributo.

Il decreto in oggetto è in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.