Fattura elettronica operazioni con l'estero e elenchi INTRA: nuove FAQ

20180424191707Agenzia-entrate-riunito

Nello scorso mese di luglio 2019 l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito più di 80 FAQ sulla fatturazione elettronica.

Alcune delle domande vertevano sulle operazioni con l'estero, per le quali si ricorda l'emissione della fattura in formato elettronica è facoltativa e nel caso evita la comunicazione cd. esterometro.
In particolare, nella FAQ 77 è stato chiesto all'Agenzia delle Entrate se per le operazioni verso soggetti comunitari l’emissione facoltativa della fattura elettronica e l’invio allo SdI con codice destinatario 7 volte X, oltre ad evitare l’indicazione dei dati dell’operazione nel c.d. “esterometro”, comporta altresì l’esonero dall’indicazione della stessa operazione negli elenchi Intrastat. Risposta negativa dell'amministrazione che ha chiarito che la scelta della trasmissione della fattura elettronica con il codice destinatario XXXXXXX consente di evitare l’invio, per quella fattura, della comunicazione “esterometro” ma non l'invio dei modelli INTRA.
L'amministrazione ha comunque ricordato che restano invece in vigore le semplificazioni introdotte con le disposizioni del provvedimento del 25 settembre 2017 sui modelli INTRA2.
Nella FAQ 121 è stato chiesto come vanno trattate le fatture ai fini della fattura elettronica per ciò che concerne la cessione di beni verso paesi dell’UE? La società che ha fatto la domanda infatti trasmette già il modello INTRA2 e ha chiesto se in tal caso è esonerata dal trasmettere allo SDI la fattura di cessione intra. Anche in questo caso la risposta dell'Agenzia delle Entrate è stata negativa in quanto ha chiarito che la società deve inviare la comunicazione dati fatture transfrontaliere o la fattura elettronica con XXXXXXX in corrispondenza del Codice destinatario.
La successiva FAQ 122 rigurda gli gli acquisti intracomunitari di una società che
• effettua la integrazione delle fatture ricevute
• le contabilizza attraverso il sistema del reverse charge
• trasmette poi all’Agenzia il modello INTRA1.
La società ha chiesto all'amministrazione come vanno trattate ai fini della fatturazione elettronica tali tipologie di fatture.
Nel rispondere l'Agenzia delle Entrate ha precisato chei dati delle fatture d’acquisto intracomunitarie vanno trasmessi con la comunicazione dati fattura transfrontaliere (esterometro).