Lavoro

creditoiva

La  Commissione  tributaria  di  Firenze,  con  sentenza  14.09.2018,  n.  800/4/18,  ha  affermato che  la fruizione  della  detrazione Irpef  per  interventi  di  risparmio  energetico  effettuati  da  titolari  di  reddito d’impresa compete esclusivamente con riferimento ai fabbricati strumentali utilizzati nell’esercizio della propria attività.

  • 21 Settembre 2018
SPORT BONUS

Secondo  la  Corte  di  Cassazione  (sentenza  n.  20761/2018),  non  è  un  onere  del  datore  di  lavoro segnalare  al  lavoratore  l’imminente  scadenza  del periodo  di  comporto,  se  non  vi  è  un  obbligo contrattuale  in  tal  senso.  Infatti,  il  mancato  avviso  non  costituisce  una  violazione  dei  principi  di correttezza e buona fede nell’esecuzione del contratto di lavoro, potendo consentire al dipendente di porre in essere iniziative elusive dell’accertamento della sua inidoneità.

  • 19 Settembre 2018
shaking-hands-3091908_1920

La legge n. 96/2018 ha stabilito che i lavoratori assunti con contratto a termine non possono eccedere il  30%  dei  lavoratori dipendenti  in  forza  a  tempo  indeterminato.
In caso di violazione, l’utilizzatore è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 250 e 1.250 euro.

  • 19 Settembre 2018
creditoiva

Il  modello  770/2018  prevede  la  possibilità  di  invio  separato,  con  la  previsione  di  massimo  3  flussi.
L’opzione dovrà essere resa nota mediante la compilazione della casella “tipologia di invio”, presente nel riquadro “redazione della  dichiarazione” indicando il codice 2 (mediante il codice 1 vi sarà un unico flusso).

  • 18 Settembre 2018
split-payment-2-18

Sono state presentate delle richieste da parte del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili al Governo al fine di semplificare gli adempimenti fiscali. Tra queste vi è la proposta di sterilizzare le sanzioni legate alla fattura elettronica fino al 30.06.2019 e di avviare l’adempimento scaglionato oppure la proroga di un anno per i contribuenti in contabilità semplificata.

  • 17 Settembre 2018
antiricicla

L’ispettorato nazionale del lavoro, con nota prot. 7369/2018, ha fornito istruzioni in merito all’obbligo di tracciabilità dei pagamenti delle retribuzioni, in vigore dal 1.07.2018, specificando le sanzioni applicabili in caso di violazioni. In particolare il documento specifica che tra gli strumenti di pagamento ammessi è compresa l’ipotesi in cui il pagamento sia effettuato in contanti presso lo sportello bancario ove il datore di lavoro risulti intestatario di un conto corrente o conto di pagamento ordinario soggetto a registrazioni.
È  ammesso  anche  il  pagamento  mediante  lo  strumento  del  vaglia  potale  se  sono  rispettate  alcune condizioni, quale l’indicazione del nome del beneficiario e della clausola di non trasferibilità.

  • 17 Settembre 2018